Speakers

Ecco l’elenco degli Speakers che da tutto il mondo arriveranno a Bologna per parlare di E-Learning l’8 e il 9 settembre a Bologna.

Sui palchi dell’ILIAS Conference saranno tanti gli speech formativi e i workshop della Comunità Internazionale di ILIAS e non solo!

L’approccio al tema dell’e-learning globale parte da Realtà Virtuale, neuroscienze, data analisys, utilizzi militari, coaching, machine learning. 

A questi interventi – elencati qui sotto – si aggiungono speech sull’utilizzo nell’e-learning di algoritmi, software e soluzioni in grado di integrare Realtà Aumentata, gamification, protezione della privacy e abbattimento delle barriere (linguistiche, culturali, di genere, disabilità), con esperienze chiave realizzate e applicate soprattutto in Germania.

Rendere l’e-learning inclusivo è la prossima frontiera.

Back To the Future

Gli ultimi due anni e mezzo hanno creato un inaspettato clamore nel mondo digitale dell’istruzione e del lavoro. Molto riguarda il “New Work” (termine coniato dal filosofo Frithjof Bergmann) e nel mezzo ci sono l’apprendimento e l’insegnamento, a cui è stata data la possibilità di ridefinirsi ed evolversi.

Come può una tale ridefinizione diventare a lungo termine? Quale degli approcci, a volte frettolosi, del recente passato dovrebbero essere ulteriormente sviluppati in futuro e dove le soluzioni digitali invece hanno fallito?

In che modo aziende, organizzazioni, scuole e università affrontano queste nuove sfide? Come possono essere implementati e affiancati l’apprendimento obbligatorio e l’apprendimento orientato al lavoro o ad ogni fase della propria vita? E che ruolo giocano la sovranità digitale e la sicurezza?

Gunther Solva e Stefan Kontscheider

Provincia Autonoma di Bolzano (Italia)

La strategia di digitalizzazione dell'Amministrazione statale altoatesina

Günter Sölva è direttore dell’Ufficio per lo sviluppo del personale nell’amministrazione statale dell’Alto Adige e, tra l’altro, è corresponsabile della formazione di circa 22.000 dipendenti
Stefan Kontscheder è responsabile dell’ulteriore sviluppo di ILIAS in qualità di key user delle installazioni dell’Amministrazione statale altoatesina e delle scuole altoatesine. Un caso emblematico di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione che ha come conseguenza, oltre il 50% della popolazione collegata ai servizi digitali, un’oculata gestione delle risorse economiche a fronte di risultati concreti e misurabili.

Göran Peter Alexander Kattenberg

Senior Consultant, The Blended Group e Utrecht University (Paesi Bassi)

Intelligenza Artificiale nell’e-learning

Responsabile di molti progetti di innovazione dell’apprendimento sia nel settore pubblico che nel settore aziendale in tutto il mondo con un particolare focus sulla content curation quando presuppone più lingue, più versioni, più risorse, più destinatari, più livelli di abilità con personalizzazioni e consigli basati sui progressi individuali e analisi.
Oltre al lavoro sulla qualità concettuale delle versioni multilingua, l’Intelligenza Artificiale consente di generare voci fuori campo o podcast con una qualità molto elevata. Oppure, può essere utilizzata quando si utilizzano interfacce vocali come Alexa, Google ecc.

Sebastian van Loo

Databay AG Renania Settentrionale-Vestfalia (Germania)

Realtà virtuale integrata nei Learning Machine System (LMS)

L’apprendimento di azioni, processi e movimenti fisici reali è regolarmente un obiettivo di apprendimento fondamentale e importante. Nell’e-Learning, quindi, un ambiente di apprendimento 3D VR fornisce una preziosa esperienza di apprendimento supplementare perché può migliorare efficacemente le competenze relative all’azione dello studente rispetto ai normali moduli di apprendimento.
Dopo aver creato un modulo di apprendimento SCORM 3D/VR (ad es. con Unity o Aframe), l’interfaccia trasferisce gli stati di apprendimento in modo affidabile e persistente. L’interfaccia funziona con una ScormLibrary, che facilita notevolmente la comunicazione tra il modulo di apprendimento e ILIAS.

Mariana Robson

Responsabile EMEA per Intelliboard.net (USA)

E-Learning Analytics

Aziende, università e istituti di alta formazione necessitano di informazioni avanzate sulle possibilità di analisi ed elaborazione dei dati. I dipartimenti di formazione aziendale specializzati nella formazione “high stakes” (normative in materia di salute e sicurezza, corsi di formazione a pagamento, formazione per i clienti ecc.) devono poter accedere a dati che influiranno direttamente e indirettamente sul ritorno degli investimenti. Le università hanno bisogno di accedere ai dati che influiranno sulla conservazione, sul corso, sull’istruttore e sul successo degli studenti. Questi punti dati possono provenire da un’ampia varietà di fonti: il sistema di gestione dell’apprendimento (LMS), singoli strumenti utilizzati all’interno di una particolare piattaforma LMS o persino fogli di calcolo con dati gestiti da individui specifici. IntelliBoard affronta i principali fattori di successo per le aziende e le istituzioni con l’accesso ai dati e le conseguenti azioni/risposte a tali dati, noti anche come dati utilizzabili. I dati utilizzabili possono essere predittivi: integrazione con l’apprendimento automatico all’avanguardia per analizzare i dati ILIAS storici e prevedere i risultati di apprendimento futuri.

Martina Solimini

IMA digital (Italia)

E-learning sull’uso di macchine automatiche per l’approccio al mercato worldwide

Offre il punto di vista bolognese di una grande multinazionale sulla possibilità di generare in modo semi-automatico corsi e tutorial sull’utilizzo delle macchine per il packaging di IMA per i clienti internazionali, partendo dai manuali dei macchinari e creando soluzioni in grado di sostituire il tecnico in presenza.

Ilario Truppa

OC Group (Italia)

Demo Presentation

ILIAS Marketplace: cataloghi di corsi off-the-shelf a portata di clic in ILIAS

Il progetto ILIAS Marketplace ha come obiettivo offrire la possibilità al management aziendale, di acquistare dei corsi off-the-shelf, forniti da piattaforme/cataloghi esterne/i e renderli accessibili agli utenti all’interno della piattaforma eLearning ILIAS, tenendo al contempo in sicurezza i dati dei fruitori (GDPR Compliant).

I punti principali di questo progetto sono:

1. Avere direttemente in ILIAS un servizio on-demand di acquisto di Corsi già pronti all’uso, acquistandoli dai migliori cataloghi online;

2. Risolvere il problema delle aziende utilizzatrici di ILIAS di dover acquistare i Corsi da importare, spesso ad un prezzo eccessivo rispetto al numero di utenti che fruiranno di quel Corso. In “ILIAS Marketplace” sarà possibile acquistare un numero di licenze adatto agli utenti da formare;

3. Risolvere il problema della “perdita di controllo” da parte dei fornitori dei Corsi off-the-shelf che, una volta consegnati ai Clienti, possono essere utilizzati e/o caricati in piattaforme diverse da quella concordate. I contenuti dei fornitori resteranno infatti sulle rispettive piattaforme, garantendone la proprietà e l’aggiornamento;

4. Rispettare i dati personali degli utenti (spesso dipendenti delle aziende) perché i loro dati verranno salvati e conservati solo in ILIAS, poiché il fornitore dei corsi riceverà solo dati come il numero di licenze e delle stringhe alfanumeriche per differenziare gli utenti.

Ilario lavora sull’e-learning in OC dal 2014.
Grande esperienza con ILIAS LMS, compresa la produzione di contenuti, con particolare attenzione al rapporto con il personale di aziende primarie Ha gestito rapporti con clienti di fama internazionale (es. Ferrari Auto, RAI e Nazioni Unite).

Caterina Castellani

Applied (Italia)

Practical presentation

Applied Bridge: la soluzione rivolta agli amministratori e tutor della piattaforma ILIAS per una gestione contabile della piattaforma autonoma, segregata e risparmiatrice di tempo

Nell’ambito dei servizi di trasformazione digitale forniti da Applied nei confronti di aziende significative e aziende cross-industrie che sono utenti di ILIAS LMS, abbiamo riconosciuto un’urgenza nell’ambito delle attività di gestione contabile della piattaforma e interessate dal seguente contesto di riferimento e dai principali driver:
• Covid- 19 effetti sulla gestione dei processi aziendali delle aziende
• Necessità di riqualificazione e riqualificazione dovute alla trasformazione digitale
• Utilizzo crescente dell’apprendimento a distanza per un pubblico sempre più ampio.

I macro trend di cui sopra consentono alle Direzioni Risorse Umane e Formazione di affrontare nuove tipologie ed esigenze di lavori:
• Le nuove attività gestionali dovute all’adozione di ILIAS LMS
• Necessità di reportistica cross platform tra dati ILIAS LMS e sistemi di gestione dei talenti (come pe SAP Success Factors)
• Necessità di iscrivere un numero significativo di utenti a corsi di e-learning e di riportare i risultati di apprendimento nella gestione dei talenti

Per quanto riguarda la comprensione di quanto sopra, Applied ha sviluppato interamente un sistema di contabilità volto all’efficienza delle attività svolte dagli amministratori o tutor di ILIAS LMS. Questo sistema di contabilità è solo un middleware che può essere personalizzato in base ai sistemi di gestione dei talenti adottati dalle aziende.
Le principali funzionalità consentite dal Ponte Applicato sono:

– Sincronizzazione automatica delle anagrafiche anagrafiche relative agli utenti che devono frequentare i corsi ILIAS LMS
– Registrazione automatica dei partecipanti ai contenuti ILIAS LMS attraverso il caricamento di file generati dal sistema di gestione dei talenti
– Esportazione automatica dei progressi di apprendimento tramite file di formato pronti per essere caricati direttamente nel sistema di gestione dei talenti
– Creazione di più ruoli con permessi diversi in base al flusso operativo a scelta dell’azienda (pe: un dipartimento HR di gruppo in qualità di amministratore generale con visibilità sull’intera gamma dei contenuti ILIAS e sull’elenco utenti; responsabile delle risorse umane di filiali locali come amministratore locale con visibilità limitata sui contenuti ILIAS e sull’elenco utenti)
– Impostazioni di validità temporale di attivazione corsi
– Aggiornamento funzionalità abbonamenti
– Visualizzazione elenco utenti per contenuto presentato in ILIAS LMS
– Visualizzazione dettagli utente personalizzata in base alle esigenze dell’azienda.

Infine, l’Applied bridge è applicabile sia alle istituzioni pubbliche che private e saremmo onorati di partecipare alla Conferenza ILIAS presentando il nostro paper attraverso un’esperienza pratica basata su un approccio “show&tell”.


Caterina Castellani ha un Master in Project Management presso l’Università Bocconi di Milano e ha lavorato in diverse società di consulenza come Societé Generale e PWC prima di entrare nel settore dell’automazione in Svizzera presso Ilapa. Attualmente si occupa di Progetti di Trasformazioni Digitali nella Bologna Applicata Italia.

Martin Gorgas, Rob Falkenstein

Università di Marburg, Università di Freiburg (Germania)

Presentazione Demo

Una nuova generazione della collaborazione ILIAS: OnlyOffice

Questo intervento dimostrativo riguarda l’argomento degli strumenti di collaborazione che utilizzano OnlyOffice come esempio. Questo è un editor online open source per documenti, fogli di calcolo e presentazioni sviluppato in Europa. La creazione e la modifica avvengono esclusivamente tramite il browser web in tempo reale ed è quindi adatta per un gran numero di scenari collaborativi. Questa funzionalità è vista come un desideratum da insegnanti e studenti in ILIAS, in modo che vengano utilizzate piattaforme di terze parti come “Confluence” o “Google Docs”. Per colmare questa lacuna, abbiamo specificato fino in fondo la connessione tra ILIAS e OnlyOffice e stiamo attualmente utilizzando un servizio OnlyOffice e un corrispondente plugin ILIAS in una prima fase pilota.

La presentazione è suddivisa in tre parti:

La prima parte si concentrerà sull’impostazione del servizio OnlyOffice. Di seguito presentiamo brevemente i diversi modelli di licenza, la tecnologia utilizzata e le difficoltà incontrate.

Nella seconda parte, i partecipanti hanno l’opportunità di provare diversi scenari in OnlyOffice. Per questo forniremo le nostre istruzioni e una piattaforma in modo che i partecipanti possano avere un’idea delle possibilità offerte da OnlyOffice e di quanto siano facili da capire fin da subito.

Alcune funzioni non sono autoesplicative e sono coperte dalle istruzioni. In questa fase, chiediamo ai partecipanti di cercare possibili errori e raccogliere potenziali richieste di funzionalità.

Markus Zimmermann (Backup: C. Glander)

DEVK (CaT Concepts and Training GmbH)

Presentazione demo

Co-determinazione della mappa e diritti di informazione dei comitati aziendali e dei dirigenti in ILIAS

Viene mostrato come le unità organizzative e le posizioni di ILIAS possono essere utilizzate per mappare complessi scenari di approvazione e rilascio. I partecipanti verrano a conoscenza delle unità organizzative e delle posizioni di ILIAS. Capiranno come i diritti delle persone su altre persone possono essere espressi attraverso le autorizzazioni e le configurazioni sugli oggetti.


I responsabili dell’istruzione nelle aziende devono affrontare la sfida della mappatura dei processi di approvazione e rilascio, attraverso i quali devono essere coinvolti diversi livelli di gestione o comitati di co-determinazione. Con le “unità organizzative” e le “posizioni” ILIAS offre funzionalità che rendono giustizia anche a scenari complessi.

DEVK coinvolge manager e comitati aziendali nella richiesta e approvazione delle prenotazioni. Viene utilizzato il sistema cate basato su ILIAS di CaT Concepts and Training GmbH, la cui versione Pro è orientata ai requisiti delle grandi aziende decentralizzate. Le opzioni disponibili in ILIAS per le unità organizzative e le posizioni vengono unite ai dati organizzativi di DEVK in un processo di facile utilizzo. I diritti di co-determinazione e informazione dei comitati aziendali e dei compiti di gestione dei superiori possono essere presi in considerazione in modo esauriente. Tutte le attività educative possono anche essere mappate in un unico sistema per offerte esterne o offerte che richiedono la co-determinazione.

Lukas Polifka, Claudia Glander

Förder- und Wohnstätten gGmbH, CaT Concepts and Training GmbH (Germania)

Presentazione Demo

Mappa in modo efficiente le istruzioni obbligatorie con ILIAS

Viene mostrato come l’istruzione obbligatoria può essere mappata in modo efficiente con il programma di studio ILIAS.

Per le piccole imprese, la prima sfida nell’organizzazione della formazione interna è spesso l’attuazione regolare, il controllo e la prova della formazione obbligatoria. Carta e penna o Excel aiutano, ma la panoramica si perde rapidamente con il numero crescente di dipendenti e le nuove istruzioni obbligatorie. Inviti, iscrizioni e documentazione cartacea comportano un grande sforzo organizzativo. La digitalizzazione del processo può aiutare qui?

Il Förder- und Wohnstätten gGmbH di Kettig può rispondere affermativamente a questa domanda. Attraverso l’introduzione del sistema basato su ILIAS cate insieme a CaT Concepts and Training GmbH e l’utilizzo del programma di studio ILIAS, le spese per l’istruzione obbligatoria potrebbero essere ridotte al minimo in breve tempo. Il sistema invia regolarmente e-mail di promemoria ai dipendenti per completare o rinnovare la formazione obbligatoria. I risultati sono documentati in una biografia didattica digitale per dipendenti e dirigenti.

Questo non solo soddisfa gli organizzatori ei responsabili, ma anche gli studenti, ai quali vengono presentate le informazioni necessarie in un’interfaccia accattivante.

Marko Glaubitz

Università di Friburgo

Presentazione Demo

Abbinamento trasparente di piattaforme

Presentazione delle nuove possibilità di accoppiamento con l’ausilio dell’estensione del connettore ECS in ILIAS.

Gestisci anche diverse piattaforme ILIAS nel tuo istituto o nella tua rete di cooperazione e hai sempre voluto inviare utenti, corsi e altre risorse di apprendimento da un ILIAS o Moodle all’altro. Proprio non sapevo come? Non preoccuparti, ILIAS 8 ti aiuterà!

Con l’aiuto dell’ECS, ILIAS offre da tempo la possibilità di condividere contenuti come corsi, moduli di apprendimento e test tra piattaforme. Finora, tuttavia, ci sono stati alcuni fattori limitanti che hanno reso difficile o inefficace l’uso di questo metodo di accoppiamento, soprattutto se due piattaforme devono essere collegate all’interno della stessa istituzione o all’interno di una federazione di piattaforme fidata. Un problema fondamentale era che quando gli utenti venivano trasferiti tramite l’ECS, gli account utente locali venivano sempre creati sulla piattaforma di destinazione. L’accesso alle risorse condivise è stato quindi sempre possibile solo tramite la deviazione tramite la propria piattaforma, l’account sulla piattaforma di destinazione non ha ricevuto alcuna e-mail ed è uscito praticamente dal nulla. Anche se questo andava bene o addirittura il comportamento desiderato per molti scenari, era anche un grave ostacolo in altri contesti, non ultimo con l’emergere di metodi di autenticazione come Shibboleth o OpenID Connect. Soprattutto in una rete di piattaforme diverse collegate tra loro, i numerosi account locali indipendenti rappresentavano un grosso problema.

Il connettore ECS in ILIAS è stato ora ampliato in modo tale che sia possibile trasferire in modo trasparente le identità degli utenti tra piattaforme connesse: gli utenti hanno quindi la stessa identità su entrambe le piattaforme anche dopo essere stati trasferiti tramite ECS e possono anche accedere a entrambe le piattaforme Registrazione. Questo importo mostra quali possibilità offre ora il connettore ECS in termini concreti e le discute utilizzando vari scenari di accoppiamento dalla rete EPICUR, dalla rete Eucor e all’interno dell’Università di Friburgo.

Dr. Nils Arne Brockmann, André Mersch, Dr. Henrik Pruisken

FH Bielefeld

Workshop

Progettazione di un percorso formativo ibrido per Digital Learning Scouts per promuovere l'autoapprendimento con ILIAS

Nel workshop, basato sul concetto di base DigikoS, vogliamo perseguire la seguente domanda insieme ai partecipanti in uno scambio collegiale:
come può essere utilizzato ILIAS creare un concetto di formazione ibrido, flessibile e scalabile per i dipendenti studenti specializzati in auto-apprendimento studio (Digital Learning Scouts)?

Il workshop è un workshop progettuale che fa riferimento al progetto congiunto “Digital construction kit for competence-oriented self-study” (DigikoS). L’obiettivo del progetto congiunto è supportare gli insegnanti nella promozione delle capacità di autoapprendimento degli studenti e accompagnare gli studenti nell’attuazione del loro autoapprendimento. Per raggiungere gli obiettivi del progetto, gli studenti devono essere formati come scout dell’apprendimento digitale (DLS) al fine di assumere i suddetti compiti in una funzione di collegamento.

Quando si progetta il programma di formazione, ci sono una serie di sfide in termini di organizzazione e contenuto. Da un lato, il potenziale studio DLS in diverse sedi universitarie, in diversi corsi e con modelli e tempi di studio molto diversi. D’altra parte, il campo di applicazione dell’autoapprendimento è così vario che il programma di formazione può essere progettato in modo flessibile. Per affrontare le sfide in termini di spazio, tempo e contenuto, un concetto di formazione ibrido e (prevalentemente) asincrono mappato tramite ILIAS è l’ideale.

In termini concreti, vorremmo utilizzare brevi input sul ruolo del DLS, l’organizzazione della formazione e il contenuto della formazione, nonché il successivo lavoro di gruppo nel workshop per stimolare discussioni e sviluppare idee su come implementare un programma di formazione così complesso utilizzando ILIAS.

Il workshop rappresenta l’approfondimento tematico di un aspetto parziale del progetto Digikos e non è da intendersi ridondante al contributo “Studiare con successo – Concetti e strumenti pianificati per supportare lo studio autonomo orientato alle competenze: Presentazione del progetto DigikoS”.

Dorthe Hutz-Nierhoff; Barbara Müller

University of Freiburg

Workshop

VAI, ILIAS! – Prepararsi (per aggiornare) per scenari di apprendimento di tendenza: basati su sfide, collaborativi, agili

Questo workshop mira a esplorare congiuntamente i must-have, i must-have e i nice-to-have per supportare scenari di apprendimento di tendenza con ILIAS da una prospettiva didattica.

Il futuro è ora! Spinti dalla pandemia, non solo la digitalizzazione nell’insegnamento e nell’apprendimento ha subito un notevole impulso, ma i desiderata didattici di lunga data per l’apprendimento centrato sullo studente, orientato alle competenze e collaborativo stanno sempre più trovando la loro strada in considerazioni strategiche per la futura formazione universitaria.

ILIAS è ben attrezzata per soddisfare le esigenze di questi scenari? Cosa servirà per supportare veramente il passaggio dall’insegnamento all’apprendimento e per fornire un ambiente di apprendimento virtuale senza soluzione di continuità che sia sicuro e attraente da utilizzare per il pubblico target nell’istruzione superiore e nello sviluppo professionale.

Gettando le basi per un risultato fruttuoso del seminario, gli ospiti del seminario forniranno un impulso didattico nonché esempi aggiornati di scenari di apprendimento collaborativo basati su sfide pilotati dall’Università europea EPICUR, gruppi di studio auto-organizzati presso l’Università di Friburgo e uno scenario di autoapprendimento da Advanced Continuing Studies.

I partecipanti al workshop saranno invitati a contribuire attivamente alla discussione, definizione e priorità delle caratteristiche future di ILIAS necessarie per implementare scenari didattici simili (o altro). Le richieste di funzionalità corrispondenti verranno infine redatte e inoltrate alla comunità ILIAS come base per considerazioni sullo sviluppo futuro per fare un salto di qualità in ILIAS.

Il workshop è consigliato ai partecipanti alla conferenza dai settori dell’apprendimento e dello sviluppo, della didattica universitaria superiore e del design dell’esperienza di apprendimento che vorrebbero svolgere un ruolo nella co-costruzione di ILIAS per rimanere una delle principali piattaforme di apprendimento virtuale OS in Europa.

La documentazione del workshop includerà diapositive (.pdf) degli impulsi dei relatori, una documentazione fotografica dei contributi alla discussione (schede sulle bacheche) e le richieste di funzionalità redatte (raccolte in un Wiki ILIAS per la comunità).

Al termine del workshop, i partecipanti saranno in grado di
– ricordare le principali tendenze didattiche nell’istruzione avanzata
– discutere e valutare le risorse e le carenze ILIAS in termini di corrispondenti requisiti didattici
– contribuire con bozze di richiesta di funzionalità per un potenziale sviluppo futuro
Ulteriori informazioni
I partecipanti saranno invitati a contribuire sia su carta che in ILIAS e dovranno portare il proprio laptop/dispositivo mobile. Saranno necessari un proiettore/schermo e diverse bacheche per gli impulsi e la mappatura dei risultati della discussione.

Il workshop può essere tenuto sia in inglese che in tedesco.

Dorthe Hutz-Nierhoff è consulente per l’insegnamento e l’apprendimento digitale presso il Dipartimento di e-learning dell’Università di Friburgo. Con un background accademico interdisciplinare in studi di lingue, cultura, economia e media e oltre 20 anni di esperienza nell’insegnamento e nell’apprendimento digitale, attualmente supporta lo sviluppo di formati innovativi di insegnamento e apprendimento all’interno dell’Università europea EPICUR. Tiene regolarmente workshop, webinar e corsi di formazione all’interno e all’esterno dell’Università.

Barbara Müller è consulente per l’insegnamento e l’apprendimento digitale presso il Dipartimento di E-Learning dell’Università di Friburgo. Ha una formazione accademica in scienze dell’educazione. Negli ultimi anni ha sostenuto diversi progetti innovativi nella progettazione di scenari di e-learning sia nella didattica degli studenti che nella formazione continua accademica. Attualmente è responsabile della sperimentazione e dell’implementazione di strumenti collaborativi nell’ambito del progetto “4D – 4 Dimensions of Digital and Didactic Development”.

Nicola Mastrolilli

Cartesiani

Practical presentation

Aula ibrida e potenziata con Experience API (P)

Divulgazione della conoscenza dello standard

Prima parte
La lenta ma inesorabile avanzata del nuovo standard Experience API prosegue. Qualche dato sull’adozione, qualche notizia su nuovi xAPI Learning Record Provider e nuove funzionalità xAPI degli Authoring Tool.

Quest’anno è previsto il rilascio dello xAPI Profile Server e della versione 2.0 della specifica (Ndr: per la data della Ilias Conference entrambi gli elementi dovrebbero essere stati ufficialmente rilasciati e in ogni caso le informazioni raccolte all’ interno dei gruppi di lavoro sono sufficienti per questa parte).

Seconda Parte
Una delle conseguenze del combinato disposto Pandemia-Lockdown è stato l’impatto sulla formazione aziendale che ha dovuto forzatamente cambiare pelle. Oggi sempre di più si afferma la necessità di riprogettare gli interventi formativi in modalità da remoto o quanto meno ibrida.

Quest’ultima versione è la più difficile ma forse potrebbe essere davvero la soluzione più efficace.
Experience API può aiutare aziende e formatori nella progettazione e nell’esecuzione di programmi formativi blended e/o ibridi di grande impatto.

Vengono evidenziati alcuni approcci pratici per progettare le aule ibride e utilizzare xAPI prima, durante e dopo le medesime.

Terza Parte
WimmelxAPI. Attraverso un semplice gioco che utilizza immagini tratte dai famosi WimmelBuch si fa giocare il pubblico con la progettazione degli statement xAPI.
Il gioco ovviamente consente a tutti di partecipare anche coloro che non sono avvezzi alla specifica. Proprio per questo può rappresentare un ottimo modo per divulgare la conoscenza di tale standard.

Nicola Mastrorilli, Learning Experience Designer, fondatore di Experio (nel 2015 fu il primo Learning Record Provider italiano) é consulente per progetti di formazione da oltre 20 anni occupandosi anche di comunicazione in tutte le sue forme (online e offline).

Ha introdotto, per la prima volta in moltissime aziende italiane, lo standard Experience API, un approccio analitico alla formazione e l’uso delle più avanzate tecnologie per l’apprendimento.

E’ docente per i Corsi Universitari di Ca’ Foscari in Digital Management presso H-Farm, realtà presso cui svolge anche il ruolo di mentore per le start-up incubate. Svolge il ruolo di Mentor anche presso VeniSIA, il nuovo acceleratore di innovazione sulla sostenibilità.

How To..!?

Tutti hanno vissuto una di queste situazioni: “Ah, è così che funziona!”, “Ecco come lo si può risolvere!”, “Puoi farlo anche con questo!” o “Ecco a cosa serve!”.

Uno dei punti di forza di ILIAS è che ci si può fare molto. ILIAS può essere utilizzato per un’ampia varietà di applicazioni, è adatto a gruppi target ed esempi di formazione molto diversi e la sua interfaccia può essere personalizzata con un’ampia varietà di stili diversi.

In questo blocco di interventi presentiamo soluzioni semplici, strumenti erroneamente sottovalutati, funzioni segrete, appropriazioni indebite intelligenti, piccoli trucchi, trucchi per vantarsi, effetti geniali: di poca fatica ma di grande effetto, processi produttivi semplici, scenari di insegnamento/apprendimento attraenti o suggerimenti che ogni utente ILIAS ha sentito o dovrebbe aver sentito almeno una volta.

Queste condivisioni sono vere e proprie soluzioni direttamente dalla community ILIAS. Gli speaker presenteranno come funzionano e come possono essere utilizzati così lascerete il vostro seminario con il pensiero: “Se solo l’avessimo saputo prima!”.

Rob Falkenstein; Dorthe Hutz-Nierhoff

Università di Friburgo

Esercitazione

Come progettare uno scenario di autoapprendimento ludicizzato in ILIAS

Con questo tutorial vorremmo aiutare i partecipanti a progettare uno scenario di autoapprendimento ludicizzato in ILIAS, utilizzando elementi di ludicizzazione come “contenuti sbloccabili” e badge assegnati a diversi livelli.

È noto da una serie di studi empirici sull’impatto della ludicizzazione sull’apprendimento e sull’istruzione che l’uso di elementi basati sul gioco ha diversi importanti effetti redditizi. Tra questi vi sono, ad esempio, un aumento della motivazione e del coinvolgimento degli studenti, nonché un migliore orientamento nel processo di apprendimento.

Tenendo presente questi effetti potenzialmente vantaggiosi, diversi elementi basati sul gioco sono stati integrati nel design dell’apprendimento di “PerForm – Bioeconomy and Society”, uno SPOC (piccolo corso privato online) con un approccio di microapprendimento guidato pilotato dall’EPICUR European University Alliance.

L’implementazione del concetto di sblocco progressivo dei “learning nuggets” e l’assegnazione di badge a diversi livelli in ILIAS richiede conoscenze e abilità di meccanica legate a funzioni come l’avanzamento dell’apprendimento, la disponibilità, i badge e l’editor di pagine ILIAS.

In questo Come?! i partecipanti alla sessione impareranno come applicare concretamente questi meccanismi sulla base di un esempio pre-progettato tratto dall’impostazione sopra descritta. Se necessario, verranno forniti suggerimenti pratici per un uso avanzato dell’editor di pagine per progettare e presentare in modo chiaro nugget di apprendimento (ad es. riquadri “manuale”, layout delle colonne, gruppi di elementi incorporati).

Questo tutorial è consigliato per i partecipanti alla conferenza che sono interessati all’implementazione pratica del design e delle funzionalità del corso didattico.
I partecipanti dovrebbero avere competenze pratiche di base nell’uso dell’editor di pagine ILIAS.

La documentazione del workshop includerà diapositive (.pdf) degli impulsi dei relatori incl. schermate degli esempi pre-progettati nonché una linea guida passo passo (.pdf) per la progettazione di scenari di studio autonomo ludicizzati simili in ILIAS.

Al termine della sessione, i partecipanti saranno in grado di
– richiamare il concetto e i vantaggi del microlearning e della ludicizzazione in un contesto di autoapprendimento
– comprendere i meccanismi di base della gamification (sblocco dei contenuti in base ai progressi e alla disponibilità dell’apprendimento; assegnazione di badge)
– applicare meccaniche di ludicizzazione a un esempio pre-progettato: trasferire le competenze acquisite nel proprio contesto

Rob Falkenstein è amministratore di sistema e consulente presso il Dipartimento di E-Learning dell’Università di Friburgo. Con il suo background in psicologia è ben consapevole dei processi di insegnamento e apprendimento e di come motivare gli studenti. A parte questo, è sempre pronto a testare e introdurre nuove idee innovative dentro e intorno a ILIAS.

Dorthe Hutz-Nierhoff è consulente per l’insegnamento e l’apprendimento digitale presso il Dipartimento di e-learning dell’Università di Friburgo. Con un background accademico interdisciplinare in studi di lingue, cultura, economia e media e oltre 20 anni di esperienza nell’insegnamento e nell’apprendimento digitale, attualmente supporta lo sviluppo di formati di insegnamento e apprendimento innovativi all’interno dell’Università europea EPICUR. Tiene regolarmente workshop, webinar e corsi di formazione all’interno e all’esterno dell’Università.

Monika Joussen; Britta Mertens

Università di polizia e pubblica amministrazione della Renania settentrionale-Vestfalia

Esercitazione

CucinaCosa? - Cuciniamo solo con acqua!

Utilizzando un esempio concreto, mostriamo come possiamo creare e personalizzare il nostro stile con semplici mezzi “on board” tramite “pagina di progettazione”. Siamo un duo con competenze diverse. Monika Joussen pone al centro della conferenza il “come fare” nel campo del design delle pagine e Britta Mertens porta la sua esperienza nel campo dell’immagine e del video.

Non solo la funzione “Crea pagina” è stata trascurata nelle versioni precedenti di ILIAS, ma anche la nostra categoria ILIAS per gli zaini video e le borse audio in prestito a livello HSPV.

Con il nostro aggiornamento a ILIAS 7 e le nuove possibilità dell’editor di pagine, ci siamo tuffati nell’avventura e abbiamo fatto fiorire una categoria.

Nel nostro articolo esaminiamo le diverse fasi del processo di progettazione di una pagina, riportiamo ciò che abbiamo imparato e le “Cose da fare e da non fare” durante la progettazione di una pagina. Ti mostreremo come utilizzare in modo intelligente il sistema dei diritti per utilizzare gli oggetti ILIAS in un contesto diverso.

I processi nel corso del restyling della categoria video e sound bag hanno incluso la revisione dei materiali forniti, la produzione di video tutorial su come utilizzare le apparecchiature e il design della pagina della categoria. Nel nostro articolo siamo felici di darvi uno sguardo dietro le quinte dei processi.

Ti portiamo in un viaggio emozionante dal brutto anatroccolo alla bellezza strutturata, ordinata e accattivante.

Secondo il motto “CucinaCosa? – Cuciniamo solo con acqua!” ti mostriamo che anche tu puoi creare una tale trasformazione senza alcuna conoscenza precedente o esperienza pratica di programmazione.

Monika Joussen lavora per l’Università di polizia e pubblica amministrazione NRW dal 2019. Situato nel team di e-learning, il tuo obiettivo è formare e supportare ILIAS e supervisionare il progetto moltiplicatore presso l’HSPV NRW. L’obiettivo principale è quello di suscitare entusiasmo sia nei docenti che negli studenti per la piattaforma di apprendimento ILIAS e consentire ai docenti di utilizzarla nel loro insegnamento.

Britta Mertens lavora per l’Università di Polizia e Pubblica Amministrazione NRW dal 2018. In qualità di camerawoman certificata, è responsabile della progettazione, progettazione e produzione di video per la didattica e per la formazione continua dei docenti nel campo dei media audiovisivi all’interno del “mobile media laboratory” del team e-learning. Con l’introduzione della tecnologia mobile consumer, il laboratorio multimediale ha unito l’intenzione di promuovere la produzione indipendente di media da parte dei nostri insegnanti.

Marko Glaubitz

Università di Friburgo

Esercitazione

Fornire e utilizzare modelli di corso

Dimostrazione della consegna di modelli di corso utilizzando ruoli locali e assegnazione automatica dei ruoli.

I modelli di corso sono un argomento molto discusso e uno strumento popolare per consentire agli utenti inesperti di offrire corsi dal design accattivante e potenzialmente complessi. Vari corsi “scheletrici” sono messi a disposizione degli insegnanti, che sono disponibili per l’uso gratuito, l’adattamento e l’ulteriore sviluppo.

Questo post discute brevemente l’attuale pacchetto di modelli di corso e i relativi scenari di utilizzo e mostra come questi modelli di corso vengono distribuiti e resi disponibili presso l’Università di Friburgo. In particolare viene mostrato come sia possibile per i docenti visualizzare e copiare tali modelli di corso, ma come le copie vengano create come normali corsi con normali autorizzazioni. Vengono utilizzate solo le risorse di bordo del core ILIAS.

Inoltre, vengono brevemente discussi i limiti di tali modelli alla luce dell’attuale stato di attuazione di ILIAS.

Marko Glaubitz lavora nel centro informatico dell’Università di Friburgo ed è corresponsabile del funzionamento e dell’ulteriore sviluppo delle varie piattaforme ILIAS, gestite e mantenute dal dipartimento di e-learning. Il networking di piattaforme e l’agevolazione della moderna cooperazione in gruppi e alleanze universitarie come EPICUR ed Eucor sono un altro campo di attività attuale oltre a numerosi progetti di ulteriore sviluppo funzionale.

Dr. Christopher Könitz

Hochschule Wismar

Tutorial

Più coinvolgimento in ILIAS – realizzando micro-interazioni sorprendenti

Come creare micro-interazioni con elementi ILIAS di base per creare migliori esperienze di apprendimento.

Perché le micro-interazioni?
Le micro-interazioni sono piccoli elementi grafici che aiutano a supportare il design motivazionale e sono quindi preferibili. Gli utenti ricevono un feedback immediato per le loro azioni e sono motivati ​​a interagire con i contenuti di apprendimento. Quindi, questi elementi supportano gli obiettivi di apprendimento e creano un’esperienza utente interattiva.

La realtà in ILIAS
La maggior parte dei corsi in ILIAS sono statici. Se gli utenti stanno guardando un corso, vedono solo file, oggetti di test o grafica statica, ad esempio. Alcuni corsi utilizzano la funzionalità di disponibilità per implementare percorsi di apprendimento. Ma l’interfaccia è ancora statica. Di conseguenza, la mancanza di micro-interazioni abbassa il livello di motivazione perché l’interfaccia di apprendimento rimane la stessa.

La soluzione
Per risolvere questo problema, ho sviluppato un approccio più interattivo e grafico con ILIAS-Elements di base per realizzare micro-interazioni. Quindi, gli utenti sono più coinvolti per ulteriori interazioni di apprendimento. Nella mia sessione spiegherò i concetti di base dell’interazione e mostrerò come creare due micro-interazioni:

– Primo, un pulsante interattivo come una semplice micro-interazione.
– In secondo luogo, un metodo per sostituire gli elementi grafici per mostrare agli utenti i progressi dell’apprendimento individuale.

Entrambe le micro-interazioni verranno create e dimostrate dal vivo. Fornirò anche modelli da scaricare per un facile adattamento e implementazione.

Christopher Könitz, PhD
È responsabile del design dell’apprendimento e della didattica dei media presso la Wismar University. È anche un appassionato di e-elearning e crea tutorial su YouTube per condividere le sue conoscenze.

Alexander Killing

Leifos GmbH

Esercitazione

Riformulazione del Mediacast

Questa demo trasmette diversi usi del mediacast rinnovato.

Per ILIAS 8 il Mediacast è stato completamente rinnovato. Ha nuove presentazioni per video, audio e immagini. Questi nuovi controlli sono più utilizzabili e attraenti, consentono di creare videocast, podcast e immagini accattivanti. Questi controlli sono diventati parte del lavello ILIAS.

I partecipanti si mettono al lavoro con le nuove modalità di presentazione del rinnovato mediacast: podcast, videocast, immagini in light box.

Esamineremo esempi e partecipanti individualmente e prepareremo insieme i mediacast. I partecipanti possono aggiungere diversi tipi di media, aggiungere immagini in anteprima, configurare impostazioni.


Capiremo come si comporteranno i mediacast delle versioni precedenti di ILIAS con le nuove modalità di presentazione.

I partecipanti scoprono come è possibile ideare uno scenario collaborativo a bassa soglia per i mediacast che coinvolga l’acquisizione di video da telefoni cellulari. I partecipanti possono escogitare scenari semplici utilizzando i progressi dell’apprendimento per i cast video.

ALexander Killing è un manager di leifos GmbH, manutentore di diversi moduli di ILIAS

Karim Sayed, Enrico Zenzen (Germania)

Accademia di perfezionamento del Ministero dell’Interno dello Stato della Renania Settentrionale-Vestfalia (FAH), Leifos GmbH

Esercitazione

Sexy, versatile e senza barriere: usa ILIAS come piattaforma di apprendimento aziendale attiva

Consapevolezza – Contenuti attraenti e accessibilità non sono in contraddizione.

La visione: ILIAS dovrebbe essere sexy e versatile allo stesso tempo – per tutti, tenendo conto dell’accessibilità. Con contenuti interessanti e una struttura chiara, il team di e-learning del FAH Mont Cenis vuole stabilire ILIAS come piattaforma di apprendimento aziendale dello stato del Nord Reno-Westfalia. Gli insegnanti e gli studenti dovrebbero anche comunicare tra loro al di là degli eventi del seminario tramite ILIAS, scambiare idee nelle comunità e imparare insieme.

Implementazione: dopo l’aggiornamento a ILIAS 7, la struttura dell’installazione ILIAS ha dovuto essere prima ripensata e implementata. Per quanto riguarda l’accessibilità è stata creata una struttura del menu principale il più possibile piatta.
Inoltre, nell’ambito dell’aggiornamento, sia il design della piattaforma che i contenuti sono stati rivisti in modo che le opportunità di apprendimento siano attraenti, prive di barriere architettoniche e corrispondano al nuovo CI dell’accademia di formazione.

Come parte della lezione, vorremmo affrontare le seguenti domande chiave e attendere con impazienza un’entusiasmante discussione in seguito:
• Come è progettata la struttura?
• In che modo i contenuti possono essere strutturati in modo sexy nonostante l’accessibilità? Suggerimenti e trucchi per la creazione di contenuti?
• aziendale cosa?
• Quali prospettive sono previste nell’area dell’apprendimento aziendale?
• Modello didattico o percorso di apprendimento?

Karim Sayed lavora presso la FAH dal 2014, si occupa del tema dell’e-learning dal 2016 e ha contribuito attivamente a plasmare l’implementazione di ILIAS presso la FAH. Dal 2020 è a capo del laboratorio di e-learning della FAH e, insieme al suo team, continua a sviluppare e progettare l’insegnamento e l’apprendimento digitale presso la FAH. L’attenzione qui è sulla concezione e sullo sviluppo di moderni formati di insegnamento e apprendimento, sulla consulenza e sulla formazione dei docenti, nonché sull’ulteriore sviluppo e utilizzo di ILIAS presso la FAH.

Enrico Zenzen lavora presso Leifos GmbH, un fornitore di servizi ILIAS di Colonia, dal 2018, dove è principalmente responsabile della gestione e dell’ideazione dei progetti. Nell’ambito della “Revisione Generale Layout e Menu” è responsabile della gestione del progetto in fase di implementazione.

Diversity Management

La diversità come opportunità: accanto al “New Work”, è la “diversità” il secondo grande tema del nostro tempo.

Che cosa richiede questo all’insegnamento e all’apprendimento, alla formazione e all’istruzione continua? Un’ampia varietà di gruppi di utenti/studenti dovrebbe essere gestita con gli stessi mezzi di apprendimento; i pregiudizi, le ingiustizie e le barriere dovrebbero essere eliminate in modo che tutti possano essere ugualmente entusiasti delle varie offerte di apprendimento digitale.

Inoltre, diversità significa anche considerare e promuovere individualmente il percorso educativo di ogni persona. Questa diversità deve essere strutturata e organizzata.

In questo blocco di interventi vengono presentate idee ed esperienze su come ottenere una gestione della diversità di successo con ILIAS. Quali approcci avete scoperto, cosa avete in progetto e quali possibilità vedete nell’immediato futuro?

Ingo Jackisch

Università statale cooperativa del Baden-Württemberg (DHBW)

Presentazione Demo

Buongiorno ILIAS

Con la demo vorrei mostrare le possibilità della nuova funzionalità ILIAS per punti di partenza specifici per ruolo.

L’Università statale cooperativa del Baden-Württemberg utilizza ILIAS (tra le altre cose) nel contesto della preparazione allo studio. La scrivania non è sempre l’ideale come punto di partenza, perché a parte i contenuti preferiti e consigliati, ci sono poche opzioni di design per posizionare le informazioni direttamente sulla scrivania. È difficile chiarire fin dal primo utilizzo quale degli oggetti sul desktop contenga i primi elementi più importanti.
Da ILIAS 7 c’è ora la possibilità di assegnare diversi punti di partenza ai titolari di ruoli globali. Nel nostro caso, lo utilizziamo per assegnare agli utenti un “corso di partenza” personalizzato che viene visualizzato subito dopo l’accesso. Qui i supervisori possono quindi presentare offerte orientate al gruppo target e abbattere le barriere all’ingresso progettando un corso adeguato.
Nel nostro scenario, gli utenti provengono da diverse accademie di studio e ricevono un corso adattato localmente. Tuttavia, sono concepibili anche corsi di avviamento di facoltà o corsi specifici o immagini di organizzazioni aziendali. L’approccio può essere utilizzato anche per abbattere le barriere.
Verrà presentata l’attuale realizzazione nella nostra piattaforma ILIAS e le esperienze maturate fino al convegno. Inoltre, viene presentata l’idea di come gli utenti possano scegliere se passare al desktop come punto di partenza.

Ingo Jackisch è responsabile del centro di applicazione elearning del DHBW dall’autunno 2015. Uno dei compiti principali del centro di applicazione Elearning è la fornitura a livello di DHWW di un programma di preparazione allo studio per argomenti matematici e interdisciplinari. In precedenza, ha utilizzato ILIAS come insegnante e amministratore IT nella riabilitazione professionale.

Daniela Roeder, Ralf Ertingshausen, Alexandra Tödt

Information und Technik Nordrhein-Westfalen (IT.NRW)

Presentazione Pratica

Senza barriere, sicuro, ad alte prestazioni e bello

Incoraggiamento a stare al passo con sfide come la sicurezza informatica e l’accessibilità.

300.000 persone lavorano in varie amministrazioni nello stato federale della Renania settentrionale-Vestfalia. Tutti imparano, ad esempio, la gestione elettronica dei documenti e la gestione dei file (e-file). Affinché l’argomento potesse essere appreso online, dovevano essere soddisfatti requisiti elevati in materia di sicurezza informatica e accessibilità.
Questo contributo pratico descrive la strada per il rilascio e la messa in servizio di una piattaforma ILIAS 7 sicura e senza barriere, ad alte prestazioni e bella: diversi team interni ed esterni hanno ripetutamente eseguito test di penetrazione e test BITV. Le loro scoperte dovevano essere comprese e dovevano essere trovati modi per eliminare le carenze. I miglioramenti sono rientrati nell’ambito di fornitura standard di ILIAS.
Sono state eseguite diverse iterazioni. Identificare e coordinare le persone con le conoscenze e le abilità richieste, comunicare i diversi processi e la quantità di carenze è stato un compito difficile e noioso.
Allo stesso tempo, ci sono elevate esigenze di efficienza nel funzionamento e struttura didattica, sulla progettazione dei contenuti. Configurazione, navigazione, contenuto e disposizione dei corsi sono stati modificati e ottimizzati più volte. Purtroppo, alcune cose hanno dovuto fare a meno.
Presentiamo brevemente soluzioni e procedure selezionate e forniamo una breve panoramica su ulteriori piani.

Wolfgang Schmidt-Sielex

Università di scienze applicate di Dortmund

Presentazione Pratica

Qualcuno a casa, McFly? --- Informazioni sull'accessibilità oggi, allora e domani.

Confronto di similarità con l’accessibilità digitale sul web: ieri, oggi e nel prossimo futuro. Inoltre, vengono trasmessi i concetti e le procedure che utilizziamo oggi nella comunità ILIAS per migliorare l’accessibilità del sistema. Ciò include, tra le altre cose, come l’accessibilità è integrata nel processo di sviluppo e come le persone coinvolte identificano e rimuovono le barriere esistenti.

L’accessibilità non è la nuova “merda bollente” che ha infastidito le comunità Internet ei loro manutentori solo per alcuni numeri di versione di CMS e LMS. Anche l’accessibilità non è un’invenzione dei governi che legiferano arbitrariamente su di essa. L’accessibilità è un concetto vecchio di decenni che è stato presente nel World Wide Web sin dal suo inizio, ma che spesso ha incontrato solo un moderato entusiasmo sin dal suo inizio.

Com’era allora? Come hai fatto a rendere il tuo sito web disponibile a quante più persone possibile senza problemi? Perché ancora oggi scopriamo gli stessi problemi di usabilità nelle interfacce web, che richiedono lo stesso tipo di problem solving del “Web 1.0” degli anni ’90? E come affrontiamo esattamente le sfide oggi, soprattutto in ILIAS e in un web che è diventato notevolmente più complesso, per creare soluzioni per tutti?

Abbiamo una panoramica delle procedure e degli strumenti con cui la comunità ILIAS rende il proprio LMS più utilizzabile per tutti. Impariamo quali sono le barriere, come le rileviamo e come possiamo partecipare attivamente al miglioramento di ILIAS.

L’articolo pratico offre uno sguardo indietro e uno sguardo al futuro: ILIAS è stato fantastico, ILIAS è fantastico, ILIAS sarà fenomenale!

Kendra Grotz

Università di scienze applicate di Dortmund

Linguaggio facile, linguaggio corretto, tutto insieme? - Comunicazione senza barriere

Con il contributo pratico, vorrei sottolineare la prospettiva linguistica dell’accessibilità in e per ILIAS e in generale dare un’idea dei suggerimenti che la linguistica e la comunicazione tecnica ci danno.

Da tempo ormai la comunità ILIAS persegue attivamente l’obiettivo di rendere ILIAS ancora più inclusivo, rimuovendo le barriere linguistiche e progettando l’intera interfaccia in modo tale che tutti si sentano rappresentati quando la usano, anche linguisticamente.

Gli utenti ILIAS non sono solo diversi in termini di genere, ma portano anche ad es. B. diversi intervalli di concentrazione, competenze e background linguistici. Quindi, come prendiamo in considerazione tutto questo: in che modo ILIAS rimane e diventa equa ma comprensibile nonostante la sua complessità? O dovresti lasciarlo?

Ovviamente no. La lingua non è una legge della natura, possiamo affrontare la lingua in modo critico e creativo. Allo stesso tempo, ci sono regole e idee utili come linguaggio facile, lingue controllate e scrittura ottimizzata per la traduzione, da cui possiamo imparare ogni genere di cose.

Kendra Grotz, 32 anni, Terminologia e tecnologia linguistica, inclusa la lingua e l’accessibilità digitale nel progetto ILIAS.nrw

Wild Card

Verranno mostrati in questo blocco strumenti nuovi e innovativi, prototipi o nuove/vecchie tendenze, contributi di ricerca.

Questi contributi riguardano:

• miglior fallimento

• creativo-caotico

• fuori dagli schemi

• qualcosa di speciale

o un “pensare al di là dei confini” di ILIAS.

Assoc. Prof. Piotr Gawliczek, PhD / dr h.c

Responsabile della scuola e-learning NATO

E-Learning nei sistemi militari e di difesa

Portale di eLearning iracheno come soluzione unica – LMS ILIAS pienamente operativo in lingua araba. Lezioni apprese dal rafforzamento delle capacità dell’ADL condotto dalla Missione NATO in Iraq e dalla NATO DEEP eAcademy.

Sostiene gli sforzi dei paesi partner all’interno del Defence Enhancement Education Programs (DEEP). Ha implementato l’e-learning/ADL soluzioni di sistema, basate su piattaforma LMS ILIAS, in molti settori militari e enti educativi civili. Per NATO Defence college ha curato l’originale case-history di una scuola in lingua araba destinata alla formazione del personale di polizia in Iraq. Presentazione con una demo reale.

Il suo motto è: gli insegnanti non saranno e non dovrebbero essere sostituiti da piattaforme di e-learning. Ma coloro che non utilizzano le piattaforme di e-learning saranno cacciati da coloro che le utilizzano in modo creativo.

Mauro Sandrini

Docente ed Esperto di Neuroscienze (Italia)

Eliminare le resistenze all'introduzione di un LMS in contesti ibridi grazie alle neuroscienze

Mauris id finibus tortor. Sed urna velit, sagittis ut tristique a, finibus id mauris. Morbi euismod purus eget orci lobortis, consequat tempus nisi iaculis. Sed porta odio vitae nunc molestie euismod. Ut dui erat, faucibus non ipsum quis, aliquet odio.

Paola Lorenzi

Business Coaching Specialist (Italia)

L’importanza di un percorso di Coaching in un Progetto di e-Learning aziendale

Inserire il coaching nei progetti E-Learning significa generare un cambiamento sostenibile sulla vision delle persone per metterle nella condizione di esporre la materia in modo comprensibile, efficace e appealing, secondo i più attuali standard della formazione online. Promuove l’e-learning come strumento in grado di bypassare ed evitare i conflitti e le resistenze psicologiche all’innovazione.

Philippe DECOTTIGNIES, Nejma BELKHDIM

Neuronys France

Presentazione Pratica

Applica l'elaborazione del linguaggio naturale per creare attività di apprendimento H5P interattive su larga scala!

La ricerca dimostra che l’apprendimento attivo si traduce in un maggiore coinvolgimento e un tasso di fidelizzazione più elevato tra i tirocinanti. Tuttavia, per i formatori, la creazione di materiali didattici attivi è sia difficile che dispendiosa in termini di tempo. Dimostreremo come crearli più velocemente con Nolej.

Utilizziamo l’intelligenza artificiale all’avanguardia per analizzare i tuoi materiali didattici statici e applicare le teorie delle neuroscienze e della psicologia cognitiva per generare coinvolgenti attività di apprendimento interattivo H5P. In pochi minuti, NOLEJ migliora le materie prime del corso con concetti aggiuntivi, riassume le parti chiave del corso e genera un’ampia serie di domande e flashcard. NOLEJ trasforma persino i video passivi in ​​video interattivi H5P più coinvolgenti. NOLEJ è così intuitivo e facile da usare che anche i tuoi migliori studenti o dipendenti esperti potrebbero diventare autori di corsi ed estendere il tuo catalogo eLearning a una frazione del costo.
NOLEJ genera automaticamente:
• libri interattivi H5P,
• video interattivi H5P,
• giochi interattivi H5P (cruciverba, trascina la parola, trova la parola),
• Valutazioni interattive H5P (domanda impostata con MCQ, Vero/Falso, Riempi gli spazi).
Tutte queste attività di apprendimento interattivo possono essere:
• caricate sulla piattaforma ILIAS tramite SCORM o H5P,
• integrate nel tuo sito web con una riga di codice HTML,
• eseguite dal supporto LTI 1.3.
Durante questo discorso, prima di dimostrare NOLEJ, introdurremo prima cos’è l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP), come funziona oggigiorno con le reti neurali profonde, come potrebbe essere applicato per automatizzare la creazione del corso, come potrebbe essere combinato con neuroscienze e cognitive psicologia per migliorare l’efficienza del corso per lo studente, come tenere aggiornato l’insegnante
risparmiando tempo prezioso…

Philippe DECOTTIGNIES – CEO e specialista in PNL
Laureato in Informatica nel 1988, Philippe DECOTTIGNIES ha iniziato la sua carriera nei laboratori di ricerca di HP a Grenoble, prima di entrare a far parte di diverse startup americane desiderose di svilupparsi in Europa.
Dopo diverse posizioni CTO a Parigi e Londra, nel 2018 ha fondato NEURONYS, una startup specializzata in Natural Language Processing (NLP) e la società dietro NOLEJ.

Nejma BELKHDIM  – Product Manager e ricercatore in scienze
cognitive Psicologa cognitiva specializzata in apprendimento e nuove tecnologie, Nejma BELKHDIM ha iniziato la sua carriera formandosi con grandi gruppi a Dublino (Facebook, HP). Nel 2017 è entrata a far parte di IFISLAB, una ricerca laboratorio specializzato in innovazione educativa, per poi entrare a far parte della startup NEURONYS come Product Manager e Research Scientist nel 2020.

Uwe Kohnle; Robert Krämer; Stefan Schneider

Internetlehrer GmbH

Workshop

ILIAS al centro dei moderni ecosistemi di apprendimento

Le prestazioni di xAPI/cmi5 dovrebbero essere chiarite.

Nell’ambito del programma BMBF INVITE per uno spazio di formazione digitale innovativo, LMS ILIAS svolge un ruolo centrale in numerosi progetti.

In questa lezione verranno presentate le fasi di espansione e i componenti di sistema che possono essere implementati in ILIAS utilizzando la potente implementazione xAPI/cmi5 e fungere da punto di partenza per lo sviluppo di moderni ecosistemi di apprendimento su base open source.

La transizione da piattaforme di apprendimento monolitiche, causate da standard obsoleti e fornitori di tecnologia proprietaria, a ecosistemi basati sull’open source orientati ai servizi è in pieno svolgimento. La funzione chiave di xAPI e cmi5 viene presentata utilizzando un ecosistema di apprendimento flessibile, scalabile e a prova di futuro costituito dai componenti open source ILIAS LMS, Typo3/H5P LCMS e Learning Record Store. L’attenzione si concentra su dashboard interattivi per un’analisi/reportage efficiente dei dati, nonché strumenti per gestire offerte di insegnamento/apprendimento adattivo, il tutto tenendo conto dell’attuale archiviazione dei dati conforme al GDPR.

Uwe Kohnle, in qualità di manutentore ILIAS, Uwe Kohnle è responsabile delle aree di SCORM, LTI e xAPI/cmi5. È amministratore delegato di Internet Teacher GmbH, premium partner ILIAS di Bruchsal (Baden-Württemberg).

Robert Krämer ha molti anni di esperienza internazionale in tecnologie e standard di apprendimento. Nel team, si concentra su sistemi di authoring e gestione dei contenuti basati su xAPI/cmi5.

Stefan Schneider lavora all’Università di Marburg e da molti anni è uno sviluppatore per ILIAS. Nel team, è coinvolto nella progettazione concettuale dell’implementazione delle specifiche xAPI e cmi5.

Denis Strassner

Università di Hohenheim

Workshop

Funzionalità, correzioni di bug e usabilità: aspettative di T&A in ILIAS

 Il T&A in ILIAS e i suoi manutentori devono fare i conti con grandi aspettative da parte della comunità. Questo workshop mira a scoprire cosa possono fare gli utenti stessi in modo che non rimanga solo con le aspettative.

Lo scopo del workshop è riconoscere e formulare congiuntamente le diverse aspettative del test e della valutazione, tenendo conto delle diverse prospettive dei partecipanti.

In un secondo momento, vogliamo esaminare le varie possibilità che la comunità offre per tradurre in realtà queste aspettative.

In una terza fase, cerchiamo persone tra i partecipanti che si facciano carico in modo specifico delle aspettative della prima fase. Consideriamo e pianifichiamo insieme ciò che queste persone possono fare da sole in quali periodi di tempo e dove sono necessari ulteriori workshop, incontri o partecipanti esterni per il supporto.

Denis Strassner lavora con ILIAS dal 2009. Durante la sua permanenza al PH Freiburg, ha contribuito a creare e stabilire lì il servizio di e-exam. Al meeting SIG di Lucerna nel 2018 è stato eletto capo della SIG E-Assessment. Nel 2020 si trasferisce come dipendente al KIM (Communication, Information and Media Center) dell’Università di Hohenheim, dove si occupa dell’amministrazione ILIAS, del supporto ai membri dell’ateneo nell’utilizzo di ILIAS e in particolare dell’e-assessment.
Nel 2021 è diventato il 1° manutentore del Test & Assessment. Insieme a numerose persone della community di T&A, cerca di migliorare il test passo dopo passo ogni giorno.

Yvonne Seiler; Enrico Zenzen

Università di Berna; Leifos Ltd

Workshop

Ideazione con l'aiuto del KitchenSink: da creativo e caotico a sistema

Con il contributo vorremmo rafforzare la visibilità e l’importanza del lavello della cucina e del framework UI di ILIAS.

ILIAS vive della ricchezza di esperienze, suggerimenti e idee della comunità. Tuttavia, formulare e visualizzare le proprie idee non è un compito facile.

Dopo la presentazione di KitchenSink dell’anno scorso su come lavorare con i componenti dell’interfaccia utente, ora sta diventando pratico. Come parte del workshop, ci esercitiamo su come utilizzare i componenti del Kitchen Sink e come nuovi concetti possono diventare compatibili con KitchenSink. Mostriamo come i membri della comunità con abilità diverse possono contribuire al KitchenSink.

Le seguenti domande chiave hanno lo scopo di illustrare sia gli aspetti fondamentali che i consigli concreti per agire quando si ha a che fare con il lavello della cucina:

• A cosa ci serve il KitchenSink?
• Cosa posso contribuire al lavello da cucina?
• Come utilizzo i componenti del lavello da cucina per i miei concetti?
• Cosa devo fare se i componenti del lavello da cucina non sono sufficienti e devono essere ampliati?
• Come trasferisco i componenti sul lavello della cucina?

Inoltre, vi invitiamo ad approfondire la discussione sulla concezione delle caratteristiche ILIAS e del lavello della cucina.

Sfondo: cos’è il KitchenSink?
Al fine di aumentare la coerenza e la qualità di ILIAS, i requisiti per la progettazione delle caratteristiche sono stati continuamente ampliati e adattati negli ultimi anni.
Con il “Kitchen Sink” (ILIAS UI Framework), è disponibile un toolbox completo di componenti dell’interfaccia utente, che supporta la concezione degli sviluppi ILIAS e facilita il trasferimento di idee al wiki delle funzionalità.

Yvonne Seiler lavora dal 2010 presso il Centro di supporto per l’insegnamento e la ricerca basati sulle TIC (iLUB) presso l’Università di Berna. Il suo obiettivo è la consulenza, la formazione e il supporto per ILIAS, nonché il lavoro concettuale e visivo nel campo dell’usabilità e progettazione dell’interazione con l’utente.

Enrico Zenzen lavora presso Leifos GmbH, un fornitore di servizi ILIAS di Colonia, dal 2018, dove è principalmente responsabile della gestione e dell’ideazione dei progetti. Nell’ambito della “Revisione Generale Layout e Menu” è responsabile della gestione del progetto in fase di implementazione.

Fred Neumann, Fabian Wolf

 

EDUTIEK - condurre con successo esami con testi lunghi con ILIAS

coming soon

Richard Klees

Technical Board of the ILIAS Society

Presentazione Pratica

Cosa avviene dietro le quinte di ILIAS LMS: contribuisci allo suo sviluppo

ILIAS è un software gratuito e aperto che afferma di essere sviluppato in un processo aperto e guidato dalla comunità. In effetti, questo è integrato nel nucleo stesso di FOSS: tu, l’utente, puoi diventare il creatore, il direttore del software che utilizzi.

La realtà è molto più complessa: come è organizzato lo sviluppo in una grande comunità? Quando, dove e come vengono prese le decisioni e chi è responsabile? In che modo la comunità concorda sulle priorità e sull’utilizzo delle risorse? Come posso contribuire? Qual è il rapporto tra la Società ILIAS, i fornitori di servizi, i manutentori, il product manager, il Consiglio Tecnico e tutti gli altri gruppi e comitati della società ILIAS? Posso o devo diventare un membro di questi gruppi? E, dopotutto, lo sviluppo del software non è qualcosa solo per i programmatori?

Questa sessione di tutorial mostrerà le possibilità per tutti di partecipare alla manutenzione e allo sviluppo di ILIAS. Nella presentazione delle possibilità, incontreremo vari comitati, gruppi e strumenti. I partecipanti al workshop avranno molto tempo per porre domande e fornire input, quindi la partecipazione inizierà già in questo stesso periodo.

Richard Klees è membro del Technical Board della ILIAS Society sin dalla sua formazione. Da allora, il miglioramento della partecipazione e della cooperazione nella comunità è stato un obiettivo costante del suo lavoro con il consiglio.

CONTATTACI!

L’ILIAS CONFERENCE si terrà in Italia, a Bologna, l’8 e il 9 settembre 2022!

VUOI ALTRE INFO SULLA CONFERENZA 2022?

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.